Stazione Centrale

Zona di interesse: Piazza della Repubblica - Stazione Centrale
Indirizzo: Piazza Duca d’Aosta
Categoria: Luogo di interesse - Infrastruttura
Tipologia: Infrastrutture e impianti - Stazione ferroviaria
Autore: Ulisse Stacchini

Anno esecuzione: 1930 - 1931
LINEA DEL TEMPO: epoca 1900 - 1945

La Stazione Centrale, il più grande snodo ferroviario in Italia, è anche una notevole opera architettonica. Gigantesca e monumentale realizzazione di un progetto di Ulisse Stacchini (1912), adattato con ricca dotazione scultorea a opera del regime, venne inaugurata nel 1931. Il vasto fabbricato, rivestito di pietra d'Aurusina, consta di un corpo frontale e di due fianchi paralleli alla linee dei binari. La facciata presenta un avancorpo centrale, aperto da tre amplissimi varchi e ornato nell'alto di due gruppi scultorei simbolici, e due ali laterali aperte anch'esse da varchi. Il progetto comprendeva un'area interna posizionata al di sotto dei binari accessibile a livello stradale, adibita al carico e scarico della posta. In questo luogo, fra la fine del 1943 3 i primi del 1945 venivano caricati sui carri merce gli ebrei destinati alla deportazione nei campi di concentramento e di sterminio nazisti.

La Stazione Centrale di Milano nel 1931

La Stazione Centrale di Milano nel 1931