Il Quarto Stato

Autore: Giuseppe Pelizza da Volpedo
Collocazione: Museo del Novecento
Indirizzo: Palazzo dell'Arengario Via Marconi, 1

Anno esecuzione: 1898
LINEA DEL TEMPO: epoca 1800 - 1900

Portato a compimento dopo un decennio di prove e di modifiche, il grande dipinto sottolinea la comparsa sulla scena di una nuova classe sociale. Pelizza rappresenta una compatta schiera di persone che lascia un fondale verdeggiante e viene in avanti, con un progressivo schiarirsi dei colori dal fondo al primo piano: la presenza di una donna con un bambino fra i personaggi più vicini ricorda che il problema di un equilibrato inserimento sociale non riguarda solo i lavoratori delle fabbriche ma l’insieme delle loro famiglie. Il titolo si richiama alla Rivoluzione Francese di fine Settecento, quando il “Terzo Stato” (il ceto borghese) aveva rovesciato i privilegi dell’aristocrazia e dell’alto clero: definire la classe dei lavoratori delle industrie “Quarto Stato” significa prendere coscienza della nascita di una nuova realtà. Il dipinto è stato ripetutamente utilizzato come “manifesto” da vari partiti: ma in realtà non ha un preciso indirizzo o un colore politico, proponendosi come una riflessione di carattere sociale e umanitario.

Quarto Stato

Quarto Stato

icona_galleria

icona_capolavori

icona_approfondimenti

icona_arg_correlati

icona_link