Giovanni Virginio Schiaparelli

Nato a: Savigliano, 14 marzo 1835
Morto a: Milano, 4 luglio 1910
Ingegnere, architetto, astronomo, storico scienza

LINEA DEL TEMPO: epoca 1800 – 1900, 1900 – 1945

Giovanni Virginio Schiaparelli, astronomo e storico della scienza, si laurea in ingegneria a Torino e poi si reca a studiare astronomia dapprima all'Osservatorio di Berlino, poi in Russia, a Pulkovo, nei pressi di San Pietroburgo. Rientrato in Italia, nel 1860 viene nominato "secondo astronomo" all'Osservatorio di Brera e, nel 1862, direttore, forse a seguito della scoperta dell'asteroide 69 Hesperia, avvenuta il 26 aprile 1861. Cinque anni più tardi pubblica il saggio Note e riflessioni intorno alla teoria astronomica delle stelle cadenti nel quale teorizza il nesso tra meteore e comete e nel 1877 inizia i suoi celeberrimi studi su Marte.
Schiaparelli, grazie ai suoi studi sulle comete e le meteore, alle sue scoperte astronomiche, ai suoi saggi e alla direzione assunta dell'Osservatorio di Brera è considerato uno dei maggiori studiosi del suo secolo della storia dell'astronomia.

Giovanni Schiapparelli

Giovanni Virginio Schiaparelli

icona_galleria

icona_capolavori

icona_approfondimenti

icona_arg_correlati

icona_link