Francesco Messina

Nato a: Linguaglossa, 15 dicembre 1900
Morto a: Milano, 13 settembre1995
Scultore

LINEA DEL TEMPO: epoca  1900 – 1945, 1945 - oggi

Le origini di uno dei più grandi scultori figurativi del Novecento italiano sono molto povere. Nato in provincia di Catania, il futuro scultore si forma a Genova, città dalla quale si trasferisce trentaduenne per recarsi a Milano, dove ha partecipato nel 1926 e 1929 alle esposizioni tenutesi in questa città sul Novecento italiano, al fianco di Giacomo Manzù, Arturo Martini, Marino Marini, Felice Mina. L'arrivo a Milano è dovuto al fatto che ha ottenuto la cattedra di scultura presso l'Accademia di Brera , istituzione di cui, nel giro di due soli anni ne diventerà il direttore. Messina è autore di alcuni dei maggiori monumenti del Novecento italiano, come, per citarne uno noto a tutti, il Cavallo morente collocato all'ingresso della sede RAI. Le sue opere figurano nei più prestigiosi musei del mondo: Berna, Zurigo, Göteborg, Oslo, Monaco di Baviera, Parigi, Barcellona, Berlino, San Paolo del Brasile, Buenos Aires, Venezia, Mosca, San Pietroburgo, Vienna, Washington, Tokio. A Milano, nella chiesa sconsacrata di San Sisto, nei pressi della centralissima via Torino, si trova il Museo a lui dedicato, circa un centinaio di opere che lo scultore stesso ha regalato alla città di Milano.

Francesco Messina

Francesco Messina

icona_galleria

icona_capolavori

icona_approfondimenti

icona_arg_correlati

icona_link