Fondazione Pirelli

Indirizzo: Via Piero e Alberto Pirelli, 25 (ingresso Viale Sarca, 222)
Contatti: +39.02.64423971
Link: www.fondazionepirelli.org
Come arrivare: M1 (linea rossa) Precotto, poi tram 7 fino alla fermata Università Bicocca-Scienza; in treno, fermata Milano Greco Pirelli. Apertura: lun-ven 9am-5pm su appuntamento
Ingresso: gratuito, visite su prenotazione dal lunedì al venerdì, minimo 2 persone

Anno fondazione: 2009
LINEA DEL TEMPO: epoca 1945 - oggi

La Fondazione è nata per volontà della famiglia Pirelli e del Gruppo, con l’obiettivo di salvaguardare e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale, storico e contemporaneo dell’azienda. Il suo Archivio Storico è costituito dalla documentazione prodotta dall’azienda dal 1872 a oggi, da una biblioteca tecnico-scientifica di oltre 20.000 volumi, da circa 800.000 immagini fotografiche, disegni, manifesti e bozzetti originali cui si aggiungono oltre 500 audiovisivi, dagli archivi privati di Alberto Pirelli e Leopoldo Pirelli con le carte prodotte durante la sua attività di Presidente del Gruppo. Sede della Fondazione Pirelli è una palazzina degli anni Trenta ristrutturata dallo Studio Cerri & Associati, lo storico “Fabbricato 134”, una delle ultime testimonianze dell’architettura industriale che un tempo caratterizzava l’intero quartiere Bicocca. Gli spazi della Fondazione ospitano due importanti opere di grande formato, che si possono considerare vere e proprie immagini-simbolo della storia della Pirelli. La prima è la grande fotografia dal titolo L’uscita delle maestranze Pirelli dallo stabilimento di via Ponte Seveso (1905), uno straordinario ritratto collettivo e una delle testimonianze fotografiche più importanti dell’intero Archivio Storico. L’autore della fotografia (ingrandita sino a misurare 245×150 cm in occasione dell'Esposizione Internazionale del 1906) è Luca Comerio, famoso fotografo e pioniere del cinema che qualche anno più tardi immortalerà in un documentario anche la visita del Re Vittorio Emanuele III allo stabilimento della Bicocca. La seconda grande opera è La ricerca scientifica di Renato Guttuso (1961), un grande dipinto che raffigura uomini e donne in camice bianco, intenti a studiare il mondo con strumenti e microscopi. L’opera è il cartone preparatorio del mosaico realizzato in occasione dell’Esposizione Internazionale del Lavoro tenutasi a Torino nel 1961 per celebrare il centenario dell’Unità d’Italia. Anche il grande mosaico realizzato dai mosaicisti dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna, è in esposizione presso la sala consultazione della Fondazione.

Foto MUmi_fondazione-pirelli

Fondazione Pirelli - Interno

PirelliFondazione_2016_Pagina_01

La ©Fondazione Pirelli 2016 presentata dalla Fondazione Pirelli