Ferdinando Bocconi

Nato a: Milano, 11 novembre 1836
Morto a: Milano, 5 febbraio 1908
Commerciante, imprenditore

LINEA DEL TEMPO: epoca 1800 – 1900, 1900 - 1945

Ferdinando Bocconi viene alla luce a Milano, ma cresce a Lodi, dove frequenta la scuola fino alla terza elementare, per poi iniziare a lavorare insieme al padre e ai fratelli come venditore ambulante di stoffe e mercerie. Nel 1850 i Bocconi fanno ritorno a Milano e nel 1865 Ferdinando decide di abbandonare il commercio ambulante per dedicarsi alla vendita di abiti confezionati. Apre così, insieme al fratello Luigi, una bottega in via Santa Radegonda, vicino al Duomo e cinque anni dopo, inaugura presso Porta Nuova una nuova sede con il nome di “Magazzino livornese”, ampliando la propria attività alla vendita di biancheria, calzature, stoffe per arredamento e mobili. A poco a poco vengono aperte succursali a Genova (1869), Torino (1876), Trieste, Roma e Palermo, e un ufficio acquisti a Parigi. Nel 1877 Ferdinando Bocconi rileva lo stabile dell’Hotel Confortable, nel centro della città e lo trasforma nel grande magazzino “Aux villes d’Italie” (futura Rinascente), che, a partire dal gennaio 1880, prende il nome italiano “Alle città d’Italia”. Gli affari vanno a gonfie vele; i magazzini Bocconi smerciano 31 tipologie di prodotti, hanno circa 300 dipendenti, che contando gli addetti alla produzione, salgono a 2000 nel solo stabilimento milanese. Sulle orme dei grandi magazzini stranieri, i fratelli Bocconi introducono per la prima volta in Italia la vendita a prezzo fisso degli abiti confezionati, rendono libero l’ingresso ai loro magazzini, obbligano il loro personale ad avere un approccio con il cliente premuroso ma discreto, pubblicano bimestralmente gli “Albums novità” – cataloghi commerciali stampati e distribuiti per espandere le vendite su tutto il territorio nazionale – inviano i figli all’estero per far acquisire loro esperienza nel settore. La brillante ascesa economica di Ferdinando Bocconi viene però segnata da un lutto nel 1896: il suo primogenito Luigi è disperso in Africa, dove era stato inviato per conto de “La Riforma”. In memoria del figlio, nel marzo 1898, Ferdinando decide di fornire i mezzi finanziari necessari alla fondazione di un’università commerciale. L’istituto “Luigi Bocconi” viene quindi inaugurato il 10 novembre 1902, con un corso di laurea in Economia e Commercio e uno in Lingue. In quello stesso anno Bocconi è nominato Cavaliere del lavoro e nel 1906 Senatore del Regno. Ferdinando muore nel 1908 e quasi contemporaneamente ha inizio il declino della sua impresa, che nove anni dopo viene assorbita da una nuova iniziativa commerciale, la “Società anonima La Rinascente”, fondata a Milano nel settembre 1917.

Ferdinando Bocconi

Ferdinando Bocconi

icona_galleria

icona_capolavori

icona_approfondimenti

icona_arg_correlati

icona_link