Cinema Odeon

Zona di interesse: Piazza Duomo
Indirizzo: Via Santa Radegonda, 8
Categoria: Luogo di interesse
Tipologia: Architettura per la residenza, il terziario e i servizi - Cinema
Autore: famiglia Pittaluga, progetto Laveni e Avati

Anno esecuzione: 1927 - 1929
LINEA DEL TEMPO: epoca 1900 - 1945; 1945 - oggi

Il cinema Odeon sorse fra il 1927 e il 1929 in seguito alla demolizione dell’intero isolato compreso fra via Agnello e via Santa Radegonda. Venne costruito grazie alla volontà della famiglia Pittaluga, secondo il progetto Laveni-Avati nello spazio che nell’800 era stato occupato dalla centrale elettrica di via Santa Radegonda, all’interno di un nuovo edificio comprendente un teatro da 900 posti, un ristorante, un salone da ballo e spazi abitativi e uffici fra il quarto e il sesto piano.

Il nome “Odeon” è un comune per le sale cinematografiche del tempo, e deriva dal termine greco che significa “cantare” (letteralmente “costruzione destinata alle gare musicali”) e dal quale derivano anche le parole ode e aedo.

Lo stile con cui viene costruito l’edificio è ispirato a un certo monumentalismo: l’ingresso è composto un ampio porticato con colonne giganti e colonnine, fregi, timpani e cornici, balaustre, nicchie con statue; sette portoni arcuati in legno e vetro e un soffitto in legno a cassettoni intagliati. Sopra il primo arco del portico, a sinistra si trova una nicchia con una statua di marmo simboleggiante il Cinema, rappresentato da una donna nuda che tiene accanto a sé una rudimentale cinepresa (sostanzialmente una scatola su un cavalletto), mentre a destra, in un’altra nicchia, è rappresentato il Teatro come una donna con una maschera giacente ai suoi piedi. Sopra l’ultimo arco si trovano i personaggi femminili di Isadora Duncan (personificazione della Danza) e Apollo in versione muliebre (personificazione della Musica). Questo stile si ritrova anche all’interno dell’edificio, con drappeggi, colonne, marmi, balconate con ottoni; lo schermo è circondato da una griglia di legno dorato composta da quattro cornici distanziate in profondità, all’interno delle quali sono inseriti gli altoparlanti e ben 2.600 lampadine con le quali si creano gli effetti cromatici in tutta la sala. Sopra lo schermo è presente la scritta, in caratteri dorati, Ex tenebris vita, tutt’ora presente.

L’inaugurazione ebbe luogo il 26 novembre 1929, e comprese un concerto seguito dalla proiezione di La spedizione del Barone Franchetti in Dancaglia.

Da quel momento in avanti, il cinema si radicò sempre più nel vissuto milanese, e divenne uno de più duraturi luoghi del cinema nella città.

Nel 1986 l’Odeon venne rilevato dal gruppo americano Cannon, e fu il primo cinema milanese a diventare multisala: mantenne la sala principale con i suoi 1170 posti, trasformò il teatro sotterraneo in sala, e aggiunse altre 6 sale più modeste. Nel 1988, il cinema venne acquisito dal gruppo Cinema 5, facente capo alla Mediaset di Silvio Berlusconi, e mutò il suo nome in Odeon Cinema 5. Continuò l’aumento del numero di sale, che salirono a dieci. All’esterno del cinema vengono installati dieci porta manifesti luminosi indicanti i rispettivi film in cartellone; ciascun poster è dotato di un display con il numero decrescente dei posti ancora disponibili nella sala di riferimento.

Nel 2009 prende il via il progetto The Space Cinema, che porta alla creazione di una nuova società che detiene le attività di Medusa Multicinema e le strutture di Warner Village Cinema. La sera di domenica 29 novembre 2009, un incendio sprigionato probabilmente da un cortocircuito comporta l’evacuazione della multisala milanese: il locale resterà chiuso per alcuni giorni, per poi riaprire in maniera parziale, solo con alcune sale. Sono necessari lavori di rifacimento dell’impianto elettrico e di modifica delle uscite di sicurezza: il multisala tornerà a pieno regime – con tutte le dieci sale in funzione - solo nel maggio 2010. Nell'estate del 2011 si renderanno necessari ulteriori lavori di riammodernamento, e il cinema chiuderà per alcuni mesi, per riaprire alla fine di agosto.

cinema-odeon

Sala del Cinema Odeon.